Il valore dell'e-commerce

Mercoledì, 03 Gennaio 2018,
Moda,
La comparsa di Internet e l’evoluzione tecnologica hanno decisamente cambiato le nostre vite sotto molti aspetti: molti business – e tra questi la moda – ne sono stati fortemente influenzati. L'impatto della rivoluzione digitale sui consumatori negli ultimi anni è stato travolgente e, come spesso accade di fronte a cambiamenti di tale portata, la reazione immediata e più spontanea è stata il  timore di non riuscire ad adattarsi a questa novità.   Riprodurre il prestigio e l’esclusività dei brand online e creare la stessa esperienza sensoriale che il cliente prova acquistando beni di lusso all’interno del negozio fisico, sono stati i principali motivi di preoccupazione per gli imprenditori in questo campo, alcuni dei quali hanno quindi tardato ad adottare l'e-commerce nel dubbio di conseguenze negative.   Tuttavia al giorno d'oggi sembra non esserci futuro per coloro che si rifiutano di accettare quest'innovazione, specialmente dal momento in cui la tecnologia ha iniziato a far parte integrante, insostituibile, della nostra vita quotidiana. Numerose ricerche indicano che i consumatori che comprano online continuano a  crescere ogni giorno in molti paesi del mondo e che la richiesta di e-retail è in forte aumento. I vantaggi dell'e-commerce sono numerosi e noti per entrambe le parti.   Per quanto riguarda i customer, Internet provvede per la prima volta informazioni in tempo reale e permette loro di risparmiare tempo e soldi oltre ad offrire una scelta di prodotti la cui ampiezza era stata finora ineguagliabile.   Dal punto di vista del selling invece c'è l'opportunità di poter rafforzare il nome del marchio e la sua popolarità a livello mondiale in brevissimo tempo, raggiungere nuovi mercati incrementando così anche i guadagni ed infine la possibilità di instaurare una relazione personale con i consumatori che sia profonda e duratura.   Quella che sembrava essere una missione impossibile si è in realtà rivelata facilmente attuabile per il tramite dell'utilizzo di strategie mirate: si tratta semplicemente di saper riprodurre determinate emozioni e sentimenti per rendere l'esperienza di shopping unica e memorabile allo stesso tempo, soddisfacendo i bisogni del cliente e persino superando le sue aspettative.   Molte ed in crescita le aziende che si sono già mosse per sostenere questo nuovo modo di fare shopping: tra le prime ricordiamo Stitch Fix, start up americana fondata da Katrina Lake nel 2011. La compagnia fornisce un servizio online di personal styling a uomini e donne in base al gusto personale, stile di vita e necessità. Lo scopo è proprio quello di coinvolgere gli acquirenti in un'esperienza che sia piacevole e semplice allo stesso tempo ma soprattutto personalizzata, considerando appunto che la personalizzazione della moda per rispondere alle esigenze del cliente sta diventando un altro punto focale. Ma non sarà sicuramente l'ultimo. Giulia Bellandi

MODA ALTRI ARTICOLI

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI