Il Festival dei Due Mondi sposa la dolce vita

Martedì, 09 Giugno 2015,
Il Festival dei Due Mondi, iniziato quasi sessant’anni fa con un intuizione del Maestro Gian Carlo Menotti, è tutt’oggi un evento culturale di caratura mondiale tra i più seguiti e amati dal pubblico. L’idea di creare un ponte artistico tra il vecchio Continente e gli Stati Uniti che esaltasse l’arte in tutte le sue declinazioni conferì alla manifestazione una fama a livello planetario. I più grandi personaggi appartenenti al mondo dello spettacolo, cultura, arte, danza, oratoria, cinema, pittura, lirica sono passati per il Festival di Spoleto portando lustro e prestigio. Quest’anno la kermesse, che  avrà luogo dal 26 giugno al 12 luglio, presenta tra le varie novità, un paio di colpi di scena: il primo è un concerto-evento che vuole essere un omaggio alle colonne sonore italiane denominato La Dolce Vita The Music of Italian Cinema, e il secondo è il concerto di chiusura del Festival che si terrà in mondovisione. Nel primo verranno riprodotte le musiche di 8 ½, La Dolce Vita, Amarcord, Il Postino, il Gattopardo, Nuovo Cinema Paradiso e La Vita è Bella, eseguite dalla Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Steven Mercurio. Il secondo riguarda il concerto finale in cui si esibirà l’Orchestra giovanile italiana della Scuola di Musica di Fiesole, con la conduzione del direttore d’orchestra Jeffrey Tate. Altre novità sono rappresentate dalla collaborazione con il Ravenna Festival e con il Teatro Coccia di Novara, per la realizzazione dell’opera Così fan tutte di Mozart, la storia di una scommessa sulla fedeltà femminile. Gli appassionati della danza invece non potranno che gioire dalla presenza di Sara Baras, ballerina spagnola di flamenco, che porta in scena lo spettacolo Voces. Altra novità in esclusiva italiana è lo spettacolo Dans le pas de Noureey, il Ballet du Capitole de Toulouse, con la direzione artistica di Kader Belarbi. Ennesima novità per questa edizione è la promozione degli eventi in chiave turistica, exclusive experience, con un’offerta integrata che permette di vivere in una dimensione esperienziale, un viaggio genuino e autentico in cui la passione per il teatro, la musica e la danza, si fonde con l’amore per la natura, i paesaggi, l’arte e l’architettura. Tale iniziativa nasce da una collaborazione con la Società Cooperativa Sistema Museo. E per finire va menzionata la partecipazione del Festival dei due Mondi a Milano tra gli ambasciatori dell’Italia all’Expo, poiché tale manifestazione è stata di recente considerata dal ministro della Cultura Dario Franceschini come un punto fermo della cultura italiana. 

ALTRI EVENTI

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI

ALTRI EVENTI RIFLESSO

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI