• Il bilinguismo e l’opportunità unica di praticare contemporaneamente inglese e spagnolo a Miami

    L’importanza di conoscere più lingue al giorno d’oggi è una necessità che si è consolidata con l’affermarsi del fenomeno della globalizzazione, quel processo di interdipendenze culturali, economiche, sociali e tecnologiche in cui quasi ogni aspetto della vita quotidiana può avere una rilevanza mondiale data la “riduzione delle distanze” a cui si è assistito nel corso, specialmente, degli ultimi due decenni. I fattori che hanno portato a tale riduzione sono molteplici, tra cui l’apertura dei mercati, i continui scambi economici e culturali tra paesi anche molto distanti tra di loro (non solo geograficamente) e lo sviluppo costante dell’uso di internet, delle telecomunicazioni e, in genere, delle innovazioni tecnologiche di ultima generazione che di fatto hanno contribuito a rendere anche il più isolato angolo della terra un po’ più “globale”. Senza entrare nel merito di un giudizio riguardo il fenomeno della globalizzazione, è innegabile che oggi il bisogno di parlare più lingue sia legato alla capacità stessa di comunicare in un mondo in cui i confini sono meno distinti di quanto lo fossero un tempo. Per quanto tutte le grandi metropoli americane ed europee, e molte in Sudamerica ed Asia, siano caratterizzate da un pronunciato multilinguismo, non è detto che questo vada di pari passo con la diffusione di una seconda lingua, al di là di quella principale, all’interno di una determinata città o area. Ad esempio, la comunità asiatica di San Francisco è una delle più numerose ed importanti nella città americana, ma questo non ha portato finora alla diffusione del cinese e del giapponese come possibili seconde lingue di riferimento, rimanendo queste pressoché confinate all’interno delle proprie aree di affermazione storica (e.g. China Town, Japan Town). La città di Miami, al contrario, è un esempio quasi unico nel suo genere di perfetta convivenza di due lingue: l’inglese e lo spagnolo. Nonostante, infatti, si stia parlando di territorio americano, a Miami oltre il 66% dei residenti è bilingue e solo il 25% parla esclusivamente inglese. Ovviamente, ciò lo si deve molto alla pesante influenza dei popoli caraibici e latini che si riscontra da un punto di vista tanto culturale quanto, appunto, linguistico. In virtù di questa particolarità e del fattore geografico che rende la città un vero ponte tra l’America Centromeridionale e l’America Settentrionale, ci sono diverse opportunità per perfezionare sia la lingua inglese che quella spagnola. Innanzitutto, è importante sapere che per studiare o perfezionare queste due lingue in America (nel caso specifico, Miami) si richiede il modulo I-20, un documento che attesti che cosa si stia studiando, in quale istituzione e che si abbiano le finanze necessarie per mantenersi durante il corso di studi. Tale modulo viene rilasciato dalla scuola o istituzione in cui si frequenteranno i corsi, previa presentazione di altri documenti ed il pagamento di una tassa. Una volta ottenuto l’I-20, sarà possibile richiedere un visto per studenti internazionali (F-1, full-time student visa). Questo visto viene rilasciato a quegli studenti che abbiano intenzione di frequentare corsi intensivi che impegnino più di 20 ore a settimana; invece per corsi di durata inferiore sarà sufficiente l’ESTA, come per corsi di preparazione al TOEFL. Le certificazioni più importanti ed internazionalmente riconosciute che una persona può aspirare ad ottenere sono l’IELTS (International English Language Testing System) e il TOEFL (Test Of English as a Foreign Language) per l’inglese; il DELE (Diploma de Español como Lengua Extranjera) per lo spagnolo. Ci sono diverse scuole e istituti, sia pubbliche che private, che offrono corsi di inglese e spagnolo nella città floridense. Tra i più importanti si ricordano la Florida International University (FIU) ed il Miami Dade College (MDC), tra quelle pubbliche, e la University of Miami (UM), tra quelle private. Esistono poi numerose altre scuole di lingua che offrono corsi d’inglese, ubicate per lo più nell’area turistica di Miami Beach e nelle aree business di Downtown e Brickell. Superfluo è ricordare l’importanza sia dell’inglese, lingua franca del ventunesimo secolo, sia dello spagnolo, una lingua parlata da quasi mezzo miliardo di persone al mondo sparse in quattro continenti. Queste due lingue ricoprono un ruolo fondamentale nel campo della comunicazione internazionale, in internet e nel settore economico e diplomatico. Miami, grazie al connubio tra americanità e latinità che caratterizza nel profondo il suo essere, rappresenta la meta primaria dove poter piacevolmente praticare inglese e spagnolo, tanto tra i banchi di scuola quanto tra le sue assolate strade costellate di palme.   THE BILINGUALISM AND THE GREAT OPPORTUNITY TO SIMULTANEOUSLY PRACTICE ENGLISH AND SPANISH Today, the importance of being multilingual is a necessity directly connected to the advent of globalization, that particular process embedding cultural, economic, social, and technological interdependencies that can have worldwide impacts due to the “reduction of distances” we have been witnessing throughout the last two decades. There are several factors that have led to this reduction, such as the opening of the international financial markets, the steady economic and cultural exchanges between countries very far apart from each other (not only geographically speaking), and the constant use and development of the internet, telecommunications, and, in general, all of those technological innovations that have contributed to make even the most isolated place a little more “global”. Without further discussing or expressing an opinion about globalization, it is undeniable that the need to speak more languages is exactly linked to the capacity of communicating in a world characterized by continuous international exchanges. Although all American and European metropolises, and many in South America and Asia, are characterized by a noticeable multilingualism, this does not necessarily mean that there is a second referential language, other than the main one, within a given city or area. For instance, the Asian community in San Francisco is one of the biggest and most important ones in this American city, but this aspect has not led to the spread of Chinese and Japanese as potential second referential languages. Indeed, they have basically remained confined within their own historic neighborhoods (e.g. China Town, Japan Town). On the contrary, the city of Miami represents a unique example of perfect coexistence between two languages: English and Spanish. Despite of the fact we are talking about American territory, in Miami over 66% of inhabitants are bilingual and only 25% of these speak exclusively English. Undoubtedly, this is due to the relevant Latin and Caribbean influence which not only has an impact on the cultural perspective, but also on the linguistic one. For this characteristic and the geographical factor that makes Miami the real bridge between Central and South America and North America, there are many opportunities to simultaneously practice English and Spanish in the Floridian city. Before starting a new adventure in Miami, it is important to know that in order to study English and/or Spanish, an I-20 Form is required. It is a document which states what degree a person is studying, where the classes will be taken, and whether he has enough financial resources to complete the course of study. This form is issued by the school or institute where the student will attend the classes, upon submitting other documents and paying a fee. Once the I-20 is ready and sent to the student, the latter can make a request for an “international student’s visa” (F-1, full-time student visa). This visa is given to those students who aim at attending intensive courses, which are the courses that require more than 20 hours per week; otherwise, for courses which require less hours per week (e.g. preparation to take the TOEFL test), the ESTA results sufficient. The most important and internationally recognized certifications a person can achieve are the IELTS – International English Language Testing System – and the TOEFL – Test Of English as a Foreign Language – for English; the DELE – Diploma de Español como Lengua Extranjera – for Spanish. In Miami there are several schools and institutes, either private or public, which offer English and Spanish courses. Among some of the most important, we mention Florida International University (FIU) and Miami Dade College (MDC), both public, and the University of Miami (UM), private. Moreover, there are several language schools that prepare for tests, which are primarily located in the touristic area of Miami Beach and in the business areas of Downtown and Brickell. Undoubtedly, there is no need to state the importance of English today, the new global “lingua franca”, or the benefits of knowing Spanish, a language spoken by almost half a billion people spread throughout four continents. These two languages play a crucial role in various fields, such as international communications, the Internet, and economic and diplomatic sectors. Miami, thanks to the union of North American and Latin American worlds that deeply characterizes its existence, represents the primary destination where practice both English and Spanish, either in school or among its sun-drenched streets sprinkled with palm-trees. Francesco Famà (corrispondente da Miami)
    Letto 2414 volte Ultima modifica il Martedì, 06 Novembre 2018 16:18

    ALTRI EVENTI

    PRECEDENTI

    PRECEDENTI

    IN EVIDENZA

    IN EVIDENZA

    NUOVI

    NUOVI