Umbria Jazz 2016, un’edizione da grandi numeri

Mercoledì, 13 Luglio 2016,
Dall’8 al 17 luglio torna a Perugia la kermesse musicale di Umbria Jazz. Ottima musica, grandi artisti e un’atmosfera singolare che fa dell'acropoli perugina, da ben 43 anni, una piccola grande capitale del jazz. Non si tocca la formula dei "tre festival in uno", che vede concentrati all'Arena Santa Giuliana gli eventi di maggiore richiamo, nei teatri (Morlacchi e Pavone) i concerti più specialistici e nei palchi all'aperto - dove tutto è gratuito - l'intrattenimento popolare. L'edizione 2016 è caratterizzata dal ritorno di Umbria Jazz in una delle location più prestigiose ed evocative di Perugia: la sala Podiani della Galleria Nazionale dell'Umbria. Il jazz prende vita nel museo e si allinea a una tradizione molto praticata negli Stati Uniti. E c’è di più: esibendo il biglietto di qualunque concerto di Umbria Jazz si potrà avere l'ingresso ridotto per la visita alla Galleria. Tantissimi i concerti di spicco presso l’Arena di Santa Giuliana. Il 9 luglio salirà sul palco Diana Krall con il suo ultimo disco Wallflower, il disco contiene celebri canzoni pop e rock dagli anni ’60 a oggi. Il 10 luglio si esibirà Mika: artista anglo-libanese e fenomeno pop del momento. Il 13 luglio sarà la volta di due icone del jazz: Pat Metheny e Ron Carter con la straordinaria formula chitarra-contrabasso.  Divertentissima si prospetta la Funky Night del 15 Luglio con artisti come Cory Henry & The Apostles e George Clinton dei Parliament e Funkadelic. Tutte le sere, al ristorante dell’Arena, si esibiranno alle 19 Tuck & Patti con il loro inconfondibile stile tra jazz e soul. Una delle sorprese di questa edizione sarà la presenza in esclusiva italiana per sette concerti (dal 9 al 17 luglio) del pianista prodigio Joey Alexander che a tredici anni, non ancora compiuti, ha già ricevuto due nomination ai Grammy Awards. Diversi gli italiani: Stefano Bollani, Rava con il nuovo quartetto, Roberto Gatto, il quartetto Golden Circle, Fabrizio Bosso, Ezio Bosso, Mauro Ottolini  con una colonna sonora originale scritta apposta per un film di Buster Keaton, Karima con il trio di Dado Moroni, i Funk Off, i tre pianisti Giovanni Guidi, Claudio Filippini e Mirko Signorile e il nuovo quintetto Cosmic Renaissance di Gianluca Petrella.  Come da tradizione, il programma dei concerti all'aperto e gratuiti sarà nutrito, eredi dell'anima stradaiola della prima Umbria Jazz, tra i quali spiccano Fred Wesley, a lungo trombonista di Ike e Tina Turner e poi di James Brown, Ray Gelato, Pedrito Martinez, Allan Harris. Infine, per il trentunesimo anno, i corsi del Berklee College of Music di Boston permetteranno a circa 200 ragazzi di approfondire il linguaggio del jazz con gli insegnanti e il metodo didattico della più famosa scuola di musica popolare americana.  www.umbriajazz.com

ALTRI EVENTI

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI

ALTRI EVENTI RIFLESSO

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI