aaa

facebook iconyoutube iconinstagram icon rmc2
MILANO - MONTECARLO - MIAMI

TINTORETTO A VENEZIA

Arriva “Tintoretto 1519-1594” a Palazzo Ducale dal 7 settembre al 6 gennaio 2019. Si tratta di una mostra sul pittore veneziano nell’anno del cinquecentenario dalla sua nascita. L’esposizione si snoda attraverso le preziose sale dell’Appartamento del Doge ed include circa settanta dipinti e un raro nucleo di disegni, scelti con particolare riferimento alle opere esposte per illustrare al meglio il percorso creativo della maturità del maestro. A Palazzo Ducale arrivano numerosi prestiti eccezionali da musei italiani, europei e statunitensi, in modo da poter essere esposti al pubblico in un viaggio completo e coerente dell’artista.

La mostra sul Tintoretto a Palazzo Ducale è inserita all’interno di un grande progetto di ricerca, al quale hanno contribuito numerosi storici dell’arte, avviato nel 2015 dalla Fondazione Musei Civici di Venezia e dalla National Gallery of Art di Washington per celebrare i 500 anni dalla nascita del pittore veneziano.

Curata da Robert Echols e Frederick Ilchman, entrambi membri della squadra che nel 2007 curò l’ultima grande esposizione sul pittore veneziano organizzata al Prado di Madrid, e con la direzione scientifica di Gabriella Belli, la mostra si avvale di un comitato scientifico internazionale che include alcuni dei massimi esperti mondiali sul pittore.

Annoverato tra i massimi maestri della pittura europea del XVI secolo, Jacopo Robusti, detto il Tintoretto, è l’artista che più di tutti ha lasciato il suo inconfondibile marchio a Venezia, dove è nato ed ha vissuto per tutta la sua vita. Dogi e notabili veneziani l’hanno voluto per decorare chiese e palazzi dell’intero centro storico.

Nell’anno in cui ricorre il cinquecentenario dalla sua nascita, Venezia vuole celebrare questo grande artista e le testimonianze che ci ha lasciato con una lunga serie di iniziative, tra le quali una mostra alle Gallerie dell’Accademia, che tratta gli anni dell’affermazione giovanile, e quella a Palazzo Ducale con la vitalità creativa della maturità. Oltre a queste due grandi sedi espositive, anche altre importanti istituzioni veneziane aderiscono al progetto con interessanti iniziative, prime fra tutte la Scuola Grande di San Rocco e la Curia Patriarcale, con le innumerevoli chiese del centro storico che conservano opere del Tintoretto.

Dopo più di 80 anni dall’unica esposizione, risalente al 1937, che Venezia abbia mai dedicato al Tintoretto, la mostra 2018 - suddivisa nel percorso proposto alle Gallerie dell’Accademia e a Palazzo Ducale - presenta una visione completa della sua carriera partendo dalle prime opere, realizzate intorno al 1540, fino agli ultimi anni, quando il Tintoretto diventò una delle figure più rappresentative della pittura veneziana.

Infine, una selezione delle opere esposte a Palazzo Ducale e alle Gallerie dell’Accademia confluirà in una mostra alla National Gallery of Art di Washington - prima grande esposizione oltreoceano interamente dedicata al Tintoretto - aperta al pubblico dal 3 marzo al 30 giugno 2019.