aaa

facebook iconyoutube iconinstagram icon rmc2
MILANO - MONTECARLO - MIAMI

EXPO CASA 2018

Tutto è pronto per la nuova edizione di Expo Casa. La manifestazione, arrivata alla sua XXXVI edizione, apre le porte ai visitatori dal 3 all’11 marzo al centro Umbriafiere di Bastia Umbra. L’esposizione di Epta Confcommercio Umbria dedicata a Edilizia, Arredamento e risparmio energetico offre da oltre tre decenni soluzioni geniali e adattabili ad ogni esigenza, coniugando gusto estetico e comfort con la sicurezza e la sostenibilità ambientale. 24.000 mq espositivi, 8 saloni tematici, 500 stand e tantissime novità attendono il pubblico. Un punto di riferimento nazionale e internazionale, un evento imperdibile: vivace, accattivante e interessante per tutti. Una grande esposizione che offre qualità, innovazione, grandi marchi e ospiti eccellenti. Expo Casa si rinnova e continua a crescere. "Less things, more links: per abitare dovunque e comunque" è lo slogan ideato per l’edizione 2018, che intende superare l’idea stereotipata della casa tradizionale, prefigurando il fascino delle sfide che attendono i progettisti nei prossimi anni ovvero anticipando le qualità delle abitazioni del futuro, con riferimento al carattere nomade, e le qualità degli abitanti del futuro, con riferimento alla capacità di resilienza. A caratterizzare l’esposizione è un percorso ideato e curato dall’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” (Paolo Belardi e Simone Bori), pensato per migliorare ancora l’esperienza del visitatore, grazie ad allestimenti studiati nei minimi dettagli e posizionati dopo la grande porta comunicativa che accoglie il pubblico, l’accattivante biglietteria d’ingresso e l’allestimento Artquake realizzato da un’équipe interdisciplinare dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” e dell’Università di Perugia. Torna anche Piazza Tecla che è lo spazio di relazione, informazione e confronto dedicato a performance, lezioni magistrali, seminari, workshop, presentazioni aziendali parti di un programma culturale ricco e stimolante. La Piazza, pensata come uno scrigno che esalta le potenzialità costruttive del legno, ubicata nel cuore dell’esposizione, vede l’intervento continuo di aziende produttrici, architetti, ingegneri, artisti, designer, operatori e professionisti. Si tengono seminari su temi specifici di approfondimento professionale organizzati dagli ordini degli architetti e degli ingegneri e dal collegio dei geometri. Novità di quest’anno è la partecipazione dell’ordine dei dottori commercialisti che con le loro tematiche si presentano per la prima volta al mondo dell’abitare. Oltre la mostra fotografica "Wath’s Next?" di Iacopo Pasqui, eventi di punta sono le conferenze di Luca Molinari, docente dell’Università della Campania e già curatore del Padiglione Italia della Biennale di Architettura di Venezia, di Daniela Gerini, stilista di fama che interviene il giorno d’apertura, e di Paolo Crepet, psichiatra da sempre interessato al mondo dell’abitare che conclude una sessione di lavori incentrata sul rapporto tra colore e abitare.