aaa

facebook iconyoutube iconinstagram icon rmc2
MILANO - MONTECARLO - MIAMI

Sportel Monaco 2017: Meet the Elite

Anche quest'anno Monaco ha accolto la nuova edizione di Sportel, il Salone internazionale del marketing e dei media del mondo dello sport. Cornice ideale per l'evento, il Principato è sempre in primo piano per lo sviluppo del business e organizza appuntamenti sportivi di grande nomea mondiale. Non sorprende quindi che H.S.H. il principe Albert II, membro del Cio, sportivo entusiasta, abbia patrocinato questo evento, elite del settore. Da oltre ventotto anni, dirigenti provenienti da tutto il mondo che rappresentano canali di sport, federazioni sportive internazionali, agenzie di marketing sportivo, imprese di produzione, proprietari di contenuti sportivi, distributori, nuovi media, si riuniscono per determinare il futuro degli eventi sportivi essenziali per le piattaforme multimediali. Nel 2016, Sportel Monaco presentava oltre 3.000 partecipanti che rappresentavano 1.034 aziende provenienti da ottanta paesi. L'edizione 2017 si è articolata su quattro giorni di incontri, discussioni, conferenze stampa per approfondire, condividere e determinare le nuove tendenze, le nuove tecnologie, le migliori strategie marketing per promuovere e sponsorizzare lo sport e gli atleti di tutto il mondo. Come di consueto l'evento imperdibile del Salone è stato SportelAwards, cerimonia di premiazione, considerata uno dei momenti più prestigiosi per l'industria sportiva e per i media e presieduta da numerose personalità sportive internazionali. Durante la serata sono stati attribuiti i famosi premi del Golden Podium ai video e alle opere sportive più belle dell'anno. La giuria, presieduta dal famoso regista Jaen Becker, ha assegnato prestigiosi riconoscimenti. Il Best Slow Motion che premia la sequenza a rallentatore che ha saputo meglio mettere in evidenza le emozioni del momento sportivo è andato con una scelta unanime a Stadium of tears di Piero Pontico (As Roma, Italia), il video che ha immortalato l'ultima partita di Francesco Totti, mitico capitano della Roma, e l'addio commosso di tutto lo stadio Olimpico. Il Discovery Prize ha premiato il filmato breve che ha permesso di promuovere e far scoprire uno sport, una squadra o una personalità sportiva (Ice Call - Blackyards project d'Antoine Frioux-PVS Company, Francia). Innovation Prize, è stato il premio per la sequenza giudicata più innovativa (Kerguelen d'Hervé Borde-Nefertiti production, Francia). Best Promotion Programme ha scelto il miglior trailer, teaser o programma per promuovere lo sport in generale, uno spettacolo sportivo, o un evento sportivo (Wake Up de Tim Ahlfeld (Red Bull Media House, Austria). Il Peace and Sport Documentary Prize ha selezionato Girl unbound - Blackacre entertainment-USA, che racconta la storia di Maria Toorpakai, giocatrice pakistana di squash, che ha dovuto travestirsi da uomo per poter praticare questo sport nel suo paese controllato dai Talibani. Il video sottolinea il ruolo positivo dello sport nella promozione della pace e della libertà. Il Premio della Giuria ha consacrato infine la sequenza Camps to champs, de Olympic channel (Spagna). La serata inoltre con lo “Sports Book Prize” ha ricompensatoil miglior libro illustrato che con le immagini ha saputo comunicare le emozioni di un evento sportivo. I premi sono stati consegnati ai vincitori da campioni olimpici o personalità sportive internazionali. Quest'anno tra gli invitati erano presenti: Flavio Briatore, Thierry Omeyer, portiere della mitica squadra francese di handball, soprannominata Les Experts, due volte campione del mondo, Paula Mbe Radcliffe, primatista mondiale femminile di maratona con il tempo di 2h15'25", record stabilito a Londra nel 2003 e ancora imbattuto, Sarah Ourahmoune atleta di box francese, Kevin Mayer, campione del mondo 2017 di decathlon, Daniel Herrero, giocatore di rugby, oggi scrittore e giornalista. La serata è stata seguita da un after-party privato al noto locale La Rascasse, luogo icona dello spirito festaiolo del Principato e mitica curva del tracciato del Grand Prix di Formula1. Sportel si è confermato anche quest'anno l'evento e il galà da non perdere per gli appassionati di sport.