aaa

facebook iconyoutube iconinstagram icon rmc2
MILANO - MONTECARLO - MIAMI

Aesthetic Anti-Aging Medicine World Congress a Montecarlo

L'AMWC è oggi il congresso mondiale più importante dedicato a questa nuova branca della medicina e chirurgia e celebra quest'anno il suo 15° anniversario. Nel corso di questi anni AMWC ha giocato un ruolo chiave nella comprensione scientifica globale dell'anti-invecchiamento, grazie a un approccio che spazia appunto dalla chirurgia alla medicina estetica, dalla dermatologia all'endocrinologia, dalla flebologia fino al nutrizionismo.

Le cifre parlano da sole: 10 000 medici specialisti dei più alti livelli scientifici provenienti da oltre 120 stati, 300 oratori internazionali, più di 250 aziende leader del settore con circa 400 marche rappresentate che, nei 12 000 m² di esposizione su 5 livelli, si danno appuntamento nel Principato di Monaco per presentare i loro ultimi prodotti, tecnologie e servizi.

Per i circa 9 000 visitatori sono allestiti ogni anno congressi, seminari, incontri one to one ed esposizioni. La scelta vincente del Salone è quella di aver saputo riunire le due facce dell'invecchiamento, esterno e interno, concentrandosi sui soggetti dell'estetica e del ringiovanimento attraverso dermatologia, chirurgia e medicina, ma anche trattando i temi della prevenzione e della medicina antinvecchiamento.

Con la supervisione scientifica della World Society of Interdisciplinary Anti-aging Medicine (WOSIAM), il Comitato ha selezionato una moltitudine di sessioni scientifiche, conferenze, laboratori con esperienze pratiche e dirette. Il programma è un'opportunità unica per far incontrare ricercatori e professionisti provenienti da diverse discipline.

Recenti scoperte con implicazioni cliniche, nuove prodotti, consigli pratici e suggerimenti, marketing e tecnologie emergenti sono state presentati in sessioni interattive e dimostrazioni dal vivo, senza dimenticare lo spazio dedicato all'aggiornamento.

Anche quest'anno gli organizzatori e il Comitato scientifico si sono quindi detti orgogliosi del lavoro svolto, delle sfide affrontate e delle nuove idee condivise, sempre nel segno dell'avanguardia scientifica.

Il mercato mondiale dell'estetica medica e chirurgica ha assistito in questi anni a un incremento con fatturati sempre più importanti, con continenti come l'Asia in cui gli interventi al naso e alle palpebre scalzano le mastoplastiche additive.

Un'altra tendenza in crescita è la richiesta di tecniche naturali. In chirurgia si sollecitano interventi meno invasivi con cicatrici più corte e velate, e che garantiscano un'efficacità totale. In medicina le tecniche antirughe sono sempre più combinate: tossina botulinica per i connotati superiori del viso, acido ialuronico per la parte inferiore. E ben lungi dal contrastare la chirurgia, queste tecniche sono propedeutiche all'atto chirurgico o lo preservano.

Proprio tra le evoluzioni più considerabili, è da segnalare l'affidabilità dei prodotti iniettabili, soggetti oggi a regole strette di commercializzazione richiesti da Europa, America e Asia.

Lo sviluppo di un approccio globale e, quindi, nuove tecniche di iniezione hanno anche migliorato la sicurezza del trattamento. Imponendo ai professionisti di approfondire la loro conoscenza dell'anatomia umana, si è contribuito a ridurre significativamente il rischio di incidenti operatori pur fornendo risultati migliori.

Agendo sulla qualità della pelle, rassodare, lifter, trattare le irregolarità non è più appannaggio del solo laser. Ultrasuoni, radiofrequenza, led, ecc, arricchiscono la gamma di trattamenti per interventi sempre più precisi e meno duri.

I trattamenti per il corpo che prevedono un approccio chirurgico passano di competenza alla medicina grazie a numerosi dispositivi che offrono alternative efficaci in particolare per quanto riguarda l'assottigliamento e rilassamento cutaneo.

La ginecologia, con il termine "Ginecologia estetica", ha registrato un'evoluzione negli ultimi anni per il trattamento di problemi funzionali (dispareunia, anorgasmia, etc.) ed estetici (labiaplastica, etc.). Questa specialità in piena crescita probabilmente segna la fine di un tabù che permetterà alle donne di trovare benessere e appagamento.

Infine, la medicina preventiva e anti-aging si evolve ogni giorno grazie al progresso delle conoscenze in materia di invecchiamento. Applicate alla nutrizione, la micronutrizione e alcuni stili di vita, giocano un ruolo fondamentale nella longevità in buona salute.

Per quanto riguarda l'anti-invecchiamento infine, le prospettive per il futuro implicano sfide inedite. Si stima che nei paesi sviluppati, l'aspettativa di vita potrebbe raggiungere i 120 anni nel 2050, ma in un'epoca in cui il vivere in buona salute tende a diminuire dopo i 60 anni, gli specialisti sono consapevoli che non solo devono cercare di invertire la tendenza ma soprattutto mirare a risultati sempre più alti, perché non avrebbe senso vivere più a lungo ma in uno stato fisico non in forma.

Marinella Cucciardi