Bologna e la Ragazza con l’orecchino di perla

Venerdì, 11 Aprile 2014,
Oltre alla bellezza, in comune la Giocondadi Leonardo da Vinci e la Ragazza con l’orecchino di perla di Jan Vermeer hanno un particolare: entrambe sono diventate note casualmente: la prima dopo il furto al Louvre messo a segno  dall’italiano Vincenzo Perrugia nel 1911, l’altra dopo l’acquisto in una vendita all’asta dell’Aia da parte del collezionista Arnoldus Tombe che nel 1902 la lasciò in eredità al museo Mauritshuis della capitale olandese. Ora è visibile a Bologna nel palazzo Fava fino al 25 maggio 2014. La Ragazza con l’orecchino di perla è uno dei quadri più famosi al mondo, oggetto di un  immenso culto planetario. Il suo è uno sguardo languido che si volta verso di noi quasi ammiccante, forse conscia del suo calamitante fascino, accentuato dalle labbra umide e semiaperte, con il turbante azzurro e giallo e con il grande orecchino di perla splendente di luce. Del quadro non si sa nulla di certo, si ignora il committente ed il nome della ragazza misteriosa.

ALTRI EVENTI

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI

ALTRI EVENTI RIFLESSO

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI