La pittura senza limiti di Julian Shnabel a Foligno

Martedì, 14 Maggio 2013,
Velluto, tela cerata, pezzi di legno, fotografie e tappeti: la creatività di Julian Schnabel non conosce limiti possibili. Il pittore e regista newyorkese Julian Schnabel, in occasione dell'inaugurazione del Centro Italiano Arte Contemporanea di Foligno, porterà quattordici quadri che esemplificano il lavoro dell'artista dal 1985 sino al 2008 e rimarranno esposte fino al 23 giugno. Tra le opere esposte, otto appartengono al gallerista Gian Enzo Sperone e le altre sei a un collezionista milanese. Tra queste ultime vi è l'opera-capolavoro JMB, realizzata dopo la tragica morte dell'amico Basquiat che rappresenta "il culmine del suo linguaggio e della sua accorata testimonianza. Emozione, visionarietà, passione ed evocazione potente e tragica. La tensione spirituale dell'artista si misura in quest'opera trasfigurando il ricordo con il tragico quotidiano che trova nella tela un memoriale d'oltretomba che trascorre incessante dal qui all'altrove" (Italo Tomassoni, curatore). La mostra aiuta a comprendere la poetica connaturata, anche se non sempre manifesta, fortemente ispirata a Pollock e Twombly (artisti contemporanei) e alla fiorente tradizione mediterranea ricordando artisti come El Greco o Goya di cui ha detto: "La modernità del giallo usato nelle scarpe della regina al museo di Capodimonte mi ha lasciato senza parole". Le opere di Julian Schnabel sono state selezionate per l'occasione con lo scopo di enfatizzare l'inconfondibile segno-gesto della sua pittura, vivace e accesa. L'artista stesso descrive la sua impronta pittorica: "fatta di segni, scritte, cromie che sembrano seguire un'espressività affrancata da formule prestabilite e dinamica nel farsi, quasi da apparire inconscia". Esponente di spicco di un neoespressionismo che risente dell'influenzameuropea, Schnabel è molto legato alla sua New York che "continua ad apparire vibrante e performativa". Avere la possibilità di apprezzare un grande comunicatore quale Julian Schnabel è una grande occasione che permette di apprezzare la sua potenza poetica e cromatica che ha segnato l'arte contemporanea internazionale degli ultimi cinquant'anni.

ALTRI EVENTI

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI

ALTRI EVENTI RIFLESSO

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI