Il palio delle barche

Giovedì, 21 Luglio 2016,
L’antica città di Passignano, situata sulle sponde del lago Trasimeno, è pronta ad ospitare la trentaduesima edizione de Il Palio delle Barche, storica rievocazione del sanguinosa battaglia tenutosi nel 1945 tra le due più nobili famiglie perugine: la casata degli Oddi e quella dei Baglioni.  Quattro sono i Rioni pronti a contendersi il palio della vittoria, il rione San Donato, il rione Centro Storico, il rione Centro 2 e il rione Oliveto, rispettivamente rappresentanti delle quattro zone del paese. Un percorso suddiviso in tre tappe, due tratti d’acqua ed uno di terra, che vede il coinvolgimento di due diversi equipaggi per ogni Rione. Al via, il primo equipaggio - due rematori ed una portabandiera donna - partirà da un punto prestabilito nelle acque del Trasimeno fino al raggiungimento della terra ferma. Il passaggio della bandiera sancirà la partenza del secondo equipaggio, questa volta composto da cinquantacinque uomini che, a turno, porteranno in spalla una barca (a simulare la fuga degli Oddi) fino alle mura del castello, costeggiarlo, per poi tornare al punto di partenza. Subentrando di nuovo il primo equipaggio, sempre al passaggio di bandiera, esso dovrà raggiungere via lago il punto di arrivo. Vince il Rione che per primo completa il percorso, senza insorgere in nessuna infrazione.  Il Palio trae la sua origine dalle antiche rivalità tra le due famiglie a causa delle divisioni di alcuni possedimenti nel territorio di Perugia, appartenuto in egual misura alle due dinastie. L’intenzione della famiglia Baglioni di primeggiare su tutta la città, li spinse ad intraprendere una dura battaglia contro la casata Degli Oddi, combattuta proprio nel Paese di Passignano. Durante l’operazione militare, il piccolo esercito Degli Oddi fu costretto a fuggire, barche in spalla, dal castello attraverso il lago Trasimeno.   La manifestazione, che avrà inizio il prossimo 23 luglio 2016 con la Grande Cena sul lungolago, raggiungerà il suo massimo punto di bellezza nella giornata del 31 luglio 2016, quando verrà disputato il vero Palio, a seguito di un suggestivo corteo storico. Nell’attesa del grande evento, le serate saranno alliete da musica dal vivo, giochi in piazza, simpatiche rappresentazioni e taverne rionali aperte fino a tarda notte. Elena Brozzetti

ALTRI EVENTI

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI

ALTRI EVENTI RIFLESSO

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI