La prima fiera dell'arte a Rimini: Rimini Arte

Giovedì, 10 Dicembre 2015,
Parola d'ordine per entrare: Keep Art and stay Fashion Il mare d'inverno ha il suo fascino, si sa, ma mai come quest'anno! Rimini, città da sempre conosciuta come meta turistica balneare e del divertimento, propone, dal 12 al 14 dicembre 2015, la sua prima fiera dell'arte, denominata per appunto Rimini Arte. Ospitata all'interno dei padiglioni di Rimini Fiera ingresso Est si tratta di una grande mostramercato  relativa all'arte contemporanea dell'Italia centro-settentrionale, che ha come patron Gilberto Tedaldi e Nicola Rossi ed è curata da Raffaella A. Caruso. In quanto fiera dell'arte propone una serie di mostre museali, convegni, workshop, laboratori creativi, premi e concorsi dedicati alle principali forme espressive del mondo contemporaneo.Se Rimini è solitamente metà dei giovani, figli della generazione Pop, non poteva mancare un site specific a loro ispirato: SI FA PRESTO A DIRE POP!, curato sempre dalla Caruso e che vede come protagonisti gli artisti Maurizio Ceccarelli e Aidan. Del primo sarà possibile ammirare i poetici décollage carichi di quotidianità, dettati dalla generazione reduce del boom economico. Osservando le sue opere ci si imbatte nel problema della visione: pur essendo la vista in grado di cogliere i segni grafici e quelli tipografici, l'artista riesce a condurre, attraverso una composizione lucidissima, lo sguardo dell'osservatore. Nei strappi presenti nelle sue opere, chiavi di lettura ma anche fonti di stimoli, trovano spazio le paure, le contraddizioni, le inaspettate bellezze. Opere particolari quelle di Aidan, che presentano tentativi di fusione dell'arte con la tecnologia, ispirati al collettivo di E.A.T-Experiment in Art and Technologies. L'artista, nato nel 1979, ha già esposto opere al MoMA di New York, al Palazzo Reale di Milano, al MACRO e alla GNAM di Roma. Si propone una nuova democratizzazione dell'arte da realizzare attraverso la realtà aumentata e lo smartphone, oggetto Pop a tutti gli effetti. Volendo superare i problemi di fruizione della videoarte e delle video-installazioni, Aidan coinvolge a diversi livelli lo spettatore: da prima bisognerà inquadrare con il proprio cellulare le sue opere per vederle in movimento e solo dopo ci si potrà abbandonare alle riflessioni.Una fiera dunque molto ricca, anche di sorprese! Ricordate la T-shirt? La grande invenzione, a quanto pare addirittura etrusca, resa capo d'abbigliamento negli anni cinquanta, colpisce ancora! Aidan ha disegnato la t-shirt in edizione limitata Keep Art and stay Fashion, per interpretare, unendo l'arte e la moda, lo stile trasversale si questa nuova fiera. Inquadrata dallo smartphone, la tshirt si metterà in movimento in tempo reale proprio come le opere, permettendo ai visitatori un viaggio virtuale nel mondo del Pop, della moda e della comunicazione. Angelica R. Disca

ALTRI EVENTI

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI

ALTRI EVENTI RIFLESSO

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI