Il giornalismo internazionale torna protagonista a Perugia

Martedì, 06 Marzo 2012,
Tamburi battenti per la VI edizione del Festival Internazionale del Giornalismo che avrà inizio il 25 aprile. Una Kermesse che durerà cinque giorni, snodandosi per le varie location del capoluogo umbro. L'evento, ideato e fondato da Arianna Ciccone e Christopher Potter nel 2006, si articola tra keynote speech, incontri-dibattito, tavole rotonde, interviste, presentazioni di libri, workshop, proiezioni di documentari, concorsi, premiazioni e mostre. Alle oltre 180 manifestazioni, cui parteciperanno 400 giornalisti, ed esperti di informazione provenienti da ogni angolo della Terra, per discettare su tematiche di attualità e di problemi dell'informazione, potranno partecipare tutti, dato che l'ingresso è libero. Il Festival Internazionale, un evento nato dal basso, si pone l'obbiettivo di approfondire i molteplici aspetti che ruotano intorno all'informazione secondo il modello 2.0, in un flusso continuo di scambio di idee, proposte e innovazioni. Privo di comitati scientifici e direttori artistici, non è un evento calato dall'alto, ma esprime nuove esigenze, vie inedite di ricerca, competenza espansa, conoscenza aggiornata, passione vivida di chi l'informazione la vive da utente e da protagonista. Il Festival accoglie idee innovative, proposte sostenibili, programmi di ricerca in un incontro virtuale ove la crescita è assicurata, l'interesse è garantito. L'internazionalità di questa edizione è suggellata dalla partecipazione di circa 200 studenti volontari, cultori del giornalismo, provenienti da 27 Paesi. Una vera e propria community nata e organizzata attraverso i social network, Twitter e Facebook per tutti coloro che vivono dentro e fuori la rete indipendentemente dal festival. La webtv del festival, la webradio (affidata a Reset Radio, la prima radio Creative Commons in Italia) e il webmagazine continueranno ad arricchire gli appuntamenti dal vivo con interviste, approfondimenti e dirette live streaming. Da rilevare anche l'attivazione di laboratori sul fotogiornalismo, documentari, reportage di guerra e gestione sito web. I temi principali aperti al dibattito verteranno sulla primavera araba, il ruolo dei social media, il giornalismo dopo wikileaks, il rapporto media-potere, il futuro dei talk show e delle webtv, giornalismo investigativo e partecipativo, agenda digitale, blog e community, giornalismo e informazione ai tempi di Twitter. E ancora, donne e media, dissidenza digitale, il giornalismo economico e la crisi finanziaria, il giornalismo scientifico e ambientale, il ruolo del servizio pubblico. La novità di questa edizione è 'Future12: la tua idea in 12 minuti'. Si tratta di un'occasione per presentare al pubblico progetti, iniziative e idee nel mondo dei media, del giornalismo, dei social network e delle nuove applicazioni tecnologiche.

ALTRI EVENTI

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI

ALTRI EVENTI RIFLESSO

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI