• Nostalgia da Alessandria d’Egitto

    Venerdì, 06 Gennaio 2012,
    Sono un ragazzo egiziano che viene dal deserto arabo, e il mio approccio alla vita di Perugia è stato completamente diverso rispetto a quello che si vive nel mio Paese. Sono arrivato nel capoluogo umbro per studiare la lingua italiana e alla fine ho scoperto che non solo stavo imparando la lingua ma anche la cultura occidentale. Infatti la vita perugina mi ha insegnato come si vive in pace e in armonia in una comunità piena di culture diverse. Devo riconoscere che Perugia mi ha chiarito il termine libertà, specialmente la prima volta quando ho affittato una camera in un appartamento con cinque ragazze italiane: certamente all'inizio è stato difficile rispetto alla mia cultura ma dopo la vita con loro è diventata interessante. Ogni mattina mi svegliavo con i suoni delle campane delle chiese, uscivo di casa e trovavo la gente con una faccia sorridente. Mi piaceva tanto entrare in contatto con nuove persone perché la loro disponibilità nei miei confronti è stata sempre molta alta. All'Università per Stranieri di Perugia – dove ho studiato la lingua italiana – ho trovato tanti amici non solo tra gli studenti, ma anche tra i professori e i docenti che costantemente mi chiedevano informazioni sulla mia cultura e la mia città Alessandria d'Egitto. Perugia è una città troppo particolare, specialmente durante la notte, in cui ho visto un piccolo mondo racchiuso nel cuore del centro e più precisamente in Piazza IV Novembre, dove si incontrano persone di ogni razza e di culture diverse e tuti insieme cantano e ridono felici, mostrando pubblicamente i loro sentimenti. E tra tutte queste scene non ho dimenticato di dare un'occhiata profonda alla comunità perugina, scoprendo che, nonostante questa vita bella, c'è un po' di delusione tra i giovani che vivono in questa città perché la vita a Perugia è cara e i giovani hanno sempre questa piccola paura per il futuro, il lavoro e lo stipendio. Nel mio caso, ho finito quasi tutto quello che avevo risparmiato per vivere qui, ho speso molto, ma ho studiato anche tanto. Oggi che sono in Egitto sento forte il desiderio di tornare di nuovo a Perugia per poter fare quattro passeggiate con amici al centro, dare un'occhiata al verde circostante e alle zone ricche di edifici antichi. Alle fine direi che ho fatto un'esperienza indimenticabile, è stato bello anche vivere questo periodo tra tutti gli eventi come Eurochocolate, Umbria Jazz ed altre belle cose che rendono il centro pieno di gente: veramente Perugia è nel mio cuore. Ahmed Karim Soliman

    ALTRI EVENTI

    PRECEDENTI

    PRECEDENTI

    IN EVIDENZA

    IN EVIDENZA

    NUOVI

    NUOVI