Nuove professioni per la Mobilità sostenibile

24.02.21 , Ambiente , Daniele A. Mariani

 

Nuove professioni per la Mobilità sostenibile

L’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), l’ente pubblico di ricerca e di supporto al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, organizzerà in collaborazione con il Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, il webinar “Reti di Mobility Manager nel Pubblico: strumenti e progetti in tempo di cambiamenti”, giovedì 25 febbraio dalle ore 14:30 alle ore 17:30. L’obiettivo del workshop è presentare esempi di reti, piani e strumenti rappresentativi del ruolo del Mobility Manager.  L’ art. 229 della Legge 70 del 2020 prevede che ogni ente affidi la responsabilità della mobilità dei dipendenti a un Mobility Manager per perseguire l'obiettivo della sostenibilità nella mobilità urbana.

Il tema del Mobility Management propone tutta una serie di attività finalizzate a favorire un cambiamento culturale, attraverso la consapevolezza collettiva del problema relativo all’inquinamento causato dal traffico cittadino: grazie ad una serie di strategie come l’uso di mezzi pubblici, il car-pooling, il car-sharing, il taxi collettivo, della mobilità intermodale e ad azioni finalizzate a disincentivare l’uso dell'auto privata per singoli spostamenti come park e road pricing, ZTL, il Mobility Manager è il responsabile della mobilità della propria organizzazione ed il suo compito principale è ottimizzare il trasferimento del personale dipendente e di redigere il Piano Spostamento Casa-Lavoro (PSCL), sostenendo pratiche di trasporto alternativo a ridotto impatto ambientale.

La normativa nazionale ha introdotto il Mobility Manager di Area (da distinguere dal Mobility Manager di Azienda) come figura di assistenza e coordinamento dei responsabili della mobilità aziendale, nominata presso l'Ufficio Tecnico del Traffico di Comuni medio-grandi. Tra le mansioni del Mobility Manager oltre a quelle relative a mantenere i collegamenti fra l’ente e le aziende di trasporto locale, ci sono quelle di assistere le imprese nella redazione dei propri PSCL, favorendone l’integrazione tra aziende e politiche dell’Amministrazione; di promuovere azioni di informazione e preparazione riguardo la mobilità sostenibile, ottimizzare le soluzioni di interconnessione modale insieme al trasporto locale su gomma e su ferro, inserire sistemi di trasporto complementari ed innovativi, favorire l’utilizzo della bicicletta e di tutti i servizi di trasporto a basso impatto ambientale, coadiuvare le organizzazioni per la documentazione all’ottenimento di contributi ed incentivi per progetti di mobilità sostenibile, controllare l’impatto delle iniziative attuate.

Per partecipare al workshop online collegarsi al seguente link.

AMBIENTE ALTRI ARTICOLI

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI