Abitazioni da copertina in Umbria In evidenza

Domenica, 08 Dicembre 2013,
L’architettura di interni è un settore in forte crescita nel nostro paese, il designer progetta gli spazi interni di un luogo come una sorta di stilista d'interni, anche se in  realtà ha specifiche capacità professionali con cui presta particolare attenzione agli aspetti pratici e funzionali del vivere la casa. Paola Navone, nota per essere riuscita a coniugare un design moderno con la tradizione artigianale, con uno stile che ha qualcosa di spontaneo ed istintivo, ma estremamente professionale, ha firmato con  magistrale talento e creatività la progettazione interna di un ex edificio agricolo a Spello di proprietà di Andrea Falkner Campi, che ha chiamato la grande interior designer italiana per trasformarlo in una bella ed accogliente casa di campagna. I proprietari avevano richiesto un enorme open-space e così è stato, con la sola eccezione della cucina. Il primo intervento della progettista è stato quello di illuminare l'intera area con il colore bianco, creando così un effetto moderno e dando un piacevole senso di spaziosità. Una struttura apparentemente industriale, muri e pavimenti in parquet naturale e bianco con mobili moderni ed oggetti di recupero che coesistono armoniosamente. Una passerella fa il giro di tutto il locale, in questo modo si nascondono le travi esistenti e si sfrutta la doppia altezza. Nella zona lounge, divani firmati dalla stessa Paola Navone in versione XL ed un grande tavolo in legno naturale, vero protagonista dell’enorme ambiente. Un tappeto di piastrelle marocchine, disegnate sempre da Paola Navone, copre l'intero corridoio che corre intorno alla zona notte e bagno. Grandi tende bianche separano gli spazi e conferiscono al luogo un aspetto davvero teatrale e scenografico. Il risultato è un vero capolavoro di interior design. In una superficie di ben oltre 2700 acri, sulle verdeggianti colline umbre, vicino a Castello di Reschio, è ubicato uno splendido casale appartenente alla famiglia dell'architetto Benedikt Bolza che fa parte di un complesso di casali che la famiglia ha deciso di ristrutturare e trasformare in luxury villas da affitare o vendere. Tra i casali oggetto di intervento, Benedikt Bolza e sua moglie Nencia decidono di ristrutturare un casale della tenuta per renderlo loro dimora privata; l'intervento si è dimostrato molto complesso perché il casale scelto si presentava come un disordinato intreccio di camere collegate tra loro da scale e dislivelli. La soluzione più congeniale alle potenzialità degli spazi interni è stata quella di abbattere completamente le distribuzioni interne per ottenere nuovi spazi, molto più ampi e luminosi, nel rispetto del concetto della fruibilità piena degli ambienti con una valorizzazione della continuità visiva e luminosa che sembra tessere un filo tra i vari ambienti della casa. L'intervento ha preservato i caratteri tradizionali dell'immobile come le travi a vista e le voltine in laterizio, arricchendoli con citazioni di design e materiali innovativi come la resina cementizia che fornisce omogeneità agli spazi, affiancata da materiali tradizionali come la terracotta e il legno. Grande importanza viene data agli spazi conviviali, che vengono organizzati intorno a camini molto caratteristici che creano un'atmosfera suggestiva. La tinte scelte sono molto calde e rimarcano i colori presenti tra le colline, gli uliveti e le vigne di questa zona. Un intervento che risulta diverso dal precedente, dalle soluzioni avvolgenti e morbide, ma anche in questo caso, del tutto riuscito.

DESIGN ALTRI ARTICOLI

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI