Perugia: il borgo più bello di...Francia!?

Lunedì, 27 Agosto 2012,
Perugia ha una gemella in Francia. Oggi si è francesizzata e si fa chiamare Pérouges, ma quando venne "battezzata", portava lo stesso identico nome. L'origine di questo centro abitato viene attribuita ad una colonia di Galli di ritorno dall'Italia, che volle fondare un villaggio prendendo come modello Perugia, che li aveva affascinati. Secondo un'altra ipotesi, invece, fu fondata proprio da perugini emigrati in Francia. Pérouges è un pittoresco villaggio situato a circa 30 km da Lione, che mantiene inalterate le sue caratteristiche di borgo fortificato medievale. Vi si possono riscontrare similitudini col capoluogo ed altre realtà umbre, sia per quanto riguarda il contesto territoriale sia in alcuni tratti stilistici dell'edificato. Sorge su di una collina che domina la valle del fiume Rodano ed è avvolta da una cinta muraria accessibile dalla porte d'en haut (porta dall'alto) e dalla porte d'en bas (porta dal basso). Gli usci delle abitazioni e le botteghe artigiane si affacciano su vicoli acciottolati, stretti e tortuosi, che portano al cuore del borgo, place du Tilleul, ombreggiata dall'Arbre de la Liberté, piantato nel 1792 in onore della rivoluzione. Fa parte de "Les plus beaux villages de France", l'equivalente del club italiano "I borghi più belli d'Italia" ed ogni anno viene visitata da più di 300 mila persone; non deve sorprendere che abbia fatto da sfondo a diversi film in costume tra cui Monsier Vincent e I Tre Moschettieri. Tra salite, discese e suggestivi scorci visivi, la visita viene allietata da numerosi negozi con prodotti locali; per riposarsi la sera non mancano attività alberghiere e se ci si vuol sentire ancor più a casa non c'è da preoccuparsi, c'è anche un hotel dal nome "Casa la Signora di Perugia".

ARCHITETTURA ALTRI ARTICOLI

PRECEDENTI

PRECEDENTI

IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

NUOVI

NUOVI